La Bedina: lavori di restauro - La Bedina Casa Vacanze

La Bedina Casa Vacanze
Lunigiana - Toscana
Vai ai contenuti

Menu principale:

La proprietà


Nel 2006 sono iniziati i lavori di ristrutturazione. Abbiamo ristrutturato La Bedina tenendo conto del suo valore storico-culturale: pochi erano e sono gli edifici ad uso abitativo e rurale che conservano ancora oggi le loro strutture originarie e testimoniano quindi la storia dell'architettura rurale in Lunigiana. La ristrutturazione è stata effettuata nello scrupoloso rispetto delle strutture murarie preesistenti, utilizzando tecniche costruttive del passato e della bioedilizia e materiali tipici della zona e bio-compatibili. Il tetto è stato ristrutturato con travi e tavole di castagno, coibentato con sughero e ricoperto a “piagne”, lastre sottili di pietra arenaria. La copertura a piagne è particolarmente onerosa economicamente. Inoltre le piagne non sono facilmente reperibili in quanto poche sono le cave che le estraggono e alcune di quelle antiche si raggiungono solo con i muli. Per questo motivo tutti i tetti in pietra stanno scomparendo in Lunigiana. Inoltre, il tetto a piagne da molte persone nei paesi è sempre percepito come "vecchio" non moderno e funzionale. Volete mettere un bel nuovo manto di tegole rosse sulla testa? Come non far scomparire un tale patrimonio?
La ristrutturazione della facciata ha richiesto un po’ di ricerca su come si effettuava tale lavoro in passato. Storicamente le facciate delle case in pietra erano ricoperte in due stadi: prima venivano riempiti gli spazi vuoti tra le pietre con la calce. Poi sempre con la calce veniva ricoperta l’intera facciata che successivamente veniva dipinta. Questa seconda fase essendo particolarmente laboriosa e dispendiosa, era effettuata solo dalle famiglie particolarmente abbienti. Per quanto riguarda La Bedina, alcune aree della facciata (quelle più protette dagli agenti atmosferici) conservavano ancora la vecchia copertura: era sempre possibile vedere che la facciata era stata coperta completamente da calce e dipinta di un colore rosso. Ulteriore testimonianza di come i proprietari della casa in passato fossero persone abbienti. Per non perdere totalmente la visione della struttura muraria a pietra, abbiamo deciso di restaurare la facciata fermandoci al primo stadio, cioè riempiendo solo gli spazi tra le pietre con calce.
Gli interni sono stati ristrutturati rispettando il più possibile la struttura originaria e utilizzando solo  pietra, calce e legno come materiali costruttivi. I pavimenti sono stati coibentati, cosi come il tetto, con pannelli di sughero così come alcune delle pareti. Le porte e le finestre sono state tutte (o quasi) recuperate, restaurate e rimesse al loro posto. Lo sappiamo, ci sono un po' di spifferi, ma l'arieggiamento della casa è assicurato!


Visit also Il Piccolo Nido Holiday House in Tuscany in Versilia, set in the hills of the Apuan Alps only 8kms from the Tuscan coast of Versilia
Torna ai contenuti | Torna al menu