La Bedina: la costa ligure e toscana - La Bedina Casa Vacanze

La Bedina Casa Vacanze
Lunigiana - Toscana
Vai ai contenuti

Menu principale:

Dove


La bellezza della Lunigiana sta anche in questo: terra di montagne magiche, boschi infiniti e antichi borghi arroccati, la Lunigiana è a poca distanza da alcune delle zone di mare più belle e famose di Italia come la Versilia, le Cinque Terre e i famosi parchi marini come quello dell'Arcipelago Toscano o di Portofino, la Costa degli Etruschi e il Parco della Maremma. Quindi se in vacanza alla Bedina potete tranquillamente offrirvi anche una o più giornate al mare e sulla costa. Potete quindi dedicarvi non solo a passeggiate in montagna ma anche a bagni di sole, visitare calette nascoste della costa ligure affittando un gommone o una barca a vela, effettuare immersioni subacquee alle Cinque Terre o al Cristo degli abissi di San Fruttuoso, frequentare una scuola di surf, o passare 1 giornata con i pescatori sulla loro barca per seguire e partecipare a tutte le le attività legate alla pesca (pescaturismo) partendo da Viareggio o da Vernazza nel Parco delle Cinque Terre.

La costa toscana
Le spiagge della Versilia
La Versilia con Forte dei Marmi, le spiagge delle darsena di Viareggio e Torre del Lago, Marina di Pietrasanta è altrettanto facile e veloce da raggiungere. Da Pontremoli, Massa con la sua Marina (Ronchi, Poveromo, il Cinquale di Montignoso) dista 48km (circa 30min), mentre l'uscita Versilia sulla A12 Genova-Livorno dista da Pontemoli 60km - 40 min circa. Uscendo a Versilia in pochi minuti ci si trova a marina di Pietrasanta, Forte dei Marmi, il Cinquale di Montignoso. Per raggiungere Viareggio (62 km da Pontremoli) con le sue lunghe spiagge delle Darsena e di Torre del Lago servono solo 40min circa da Pontremoli.



Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano
Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano è il più grande parco marino d'Europa, tutela 56.766 ettari di mare e 17.887 ettari di terra. Comprende tutte le sette isole principali dell'Arcipelago Toscano (Elba, Capraia, Gorgona, Pianosa, Montecristo, Giglio, Giannutri) e alcuni isolotti minori e scogli. Come le perle di una collana, ogni isola è diversa dall'altra. Ogni isola conserva le tracce della sua storia, ogni isola è unica, originale, con un solo tratto in comune: la bellezza della sua natura. Si raggiungono in traghetto da Livorno o da Porto Santo Stefano. Per l'Elba, Capraia, Gorgona, il Giglio e Giannutri sono possibili escursioni giornaliere. Montecristo è Riserva Naturale Integrale con decreto ministeriale del 4 marzo 1971 e l'odierna popolazione consiste nella famiglia del guardiano e da due agenti del Corpo Forestale dello Stato, i cui alloggi sono situati nei pressi della Villa Reale di Cala Maestra, unico approdo di Montecristo. Pianosa è un ex colonia di un carcere e per la sua protezione l'accesso è a numero chiuso ed è visitabile solo con visite guidate.

Costa degli Etruschi e Parchi della Val di Cornia
Un mare limpido, dai colori che sfumano dal verde smeraldo al blu intenso, premiato con le Bandiere Blu dell'Unione Europea insieme alle località della costa per la qualità delle acque e dei servizi, bagna ininterrottamente per oltre 90 km questa terra. Da Livorno a Piombino si susseguono sul mare splendide e rinomate località come Castiglioncello, Quercianella, Rosignano, Vada, Cecina, Bibbona, Marina di Castagneto, San Vincenzo con spiagge di sabbia chiara (San Vincenzo e Baratti) che si alternano agli arenili più scuri (Marina di Castagneto, Bibbona e Cecina). Oltre il 20% del territorio della Costa degli Etruschi è organizzato in Parchi, aree protette, oasi naturalistiche e rifugi faunistici. Spiccano l'Oasi WWF di Bolgheri, zona umida di importanza internazionale,e i Parchi della val di Cornia, che includono 2 Parchi Archeologici, 4 Parchi Naturali, 3 Musei. Oltre ad un mare e natura favolosi questa parte della Toscana è da visitare per gli insediamenti etruschi sul mare, il Parco archeologico di Baratti-Populonia, il Parco archeo-minerario di San Silvestro, vero museo a cielo aperto, dove grazie a percorsi organizzati, si possono ricostruire le varie fasi di lavorazione dei metalli dagli Etruschi al Medioevo. A Venturina, nella Val di Cornia, a due passi dal mare e dai borghi medievali, le terme di Venturina (acque solfato-calciche-magnesiache-bicarbonate) e quelle del Calidario, propongono trattamenti per la salute e per il benessere psico-fisico. Le terme di Venturina, conosciute già in epoca etrusco-romana, sono oggi un attrezzato centro benessere, dotato di una sorgente naturale con acqua a 36°. Completamente circondata dal verde, la piscina termale dispone di un solarium e di un prato munito di gazebo, ombrelloni, tavoli e lettini. Ideale per trascorrere una giornata di completo relax o per fare un tuffo dopo la seduta curativa giornaliera 

Il Parco della Maremma
Il Parco della Maremma affacciato sul mar Tirenno e sul parco dell'arcipelago toscano, si estende per 25 km con una catena di colline che discendono verso il mare, spiagge sabbiose e alte scogliere, circondata da paludi, pinete, campi coltivati e pascoli. Tra i profumi intensi di erbe aromatiche, bacche colorate e richiami degli animali, il Parco accoglie il visitatore mostrando il suo lato dolce e allo stesso tempo, selvaggio. Il territorio del parco, delimitato dalla ferrovia Livorno-Roma, si estende lungo la costa tirrenica da Principina a Mare ad Alberese, fino a Talamone. Dal punto di vista naturalistico il complesso formato dai Monti dell'Uccellina, dalla pineta di Marina di Alberese, dalla Foce del fiume Ombrone e dalle Paludi della Trappola costituisce un prezioso mosaico di ecosistemi sui quali ha agito in momenti e modi diversi l'uomo, caratterizzando ulteriormente il paesaggio senza tuttavia degradarlo e impoverirlo. Ricco di testimonianze storiche come le Torri del XV secolo nate sotto la minaccia sempre crescente della potenza turca alcune delle quali sono visitabili, e il Complesso dell'Abbazia di San Rabano posto a cavallo tra Poggio Lecci e Poggio Alto sorto nell'XI sec. Il Parco è aperto tutto l’anno, tutti i giorni della settimana. Prima di entrare è necessario acquistare i biglietti di ingresso presso i Centri Visite. Gli itinerari possono essere percorsi sia singolarmente che in gruppo, accompagnati o meno da una guida, in base al periodo dell’anno

Il Parco Migliarino-San Rossore
Il Parco Regionale di Migliarino, San Rossore - Massaciuccoli è stato istituito nel 1979. Si estende su oltre 24.000 ettari situati lungo la costa da Viareggio a Livorno. Anche se si trova nel mezzo di una zona fortemente urbanizzata, il territorio di questo parco è uno dei rari esempi di non-costruzione lungo una zona costiera. Il Parco si estende lungo la fascia costiera delle province di Pisa e Lucca, che coinvolge i Comuni di Pisa, Viareggio, San Giuliano Terme, Vecchiano e Massarosa. La zona era in passato coperto da lagune e paludi che sono state via via riempite di detriti portati dal fiume Serchio e Arno. Caratteristiche importanti di questo parco sono le spiagge di sabbia e dune lungo il litorale sabbioso che si estende per circa 23 km lungo la costa; l'area coperta di paludi, fiumi, laghi e stagni è di circa 3.000 ettari. Un terzo del territorio del Parco è coperto da boschi. All'interno del parco si trova la l'Oasi LIPU di Massaciuccoli, che offre visite guidate lungo i sentieri, visite con piccole barche lungo i cosiddetti calatini, attività estive per bambini, campi estivi, l'osservazione del cielo (stelle cadenti può essere visto sulla barca del lago), Museo per l'Ecologia della palude (Museo per la Marsh Ecology) nel Santuario natura, visite guidate sul lago e le terme romane di Massaciuccoli.

La costa ligure e i suoi parchi

Da Pontremoli si arriva facilmente in autostrada a Sarzana (35km - 20 min circa)) e La Spezia (30 km - circa 20 min). Sarzana è una piccola piacevole città che merita una visita di per sé. Ma Sarzana offre anche la costa di Ameglia che si estende dalle spiagge di Marinella di Sarzana fino alle rocce e agli scogli di Tellaro. Lungo questa costa troviamo Fiumaretta con spiagge basse e sabbiose, Bocca di Magra, con il porticciolo e una spiaggia attrezzata. All’interno del Parco di Montemarcello Magra si trovano la spiaggia di Punta Bianca e più avanti la spiaggia di Punta Corvo che sono raggiungibili a piedi o con battelli taxi che partono da Fiumaretta o Bocca di Magra. Da Sarzana andando verso nord, incontrerete i borghi del Tellaro, di Lerici e Fischerino all'interno del Golfo dei Poeti a cavallo tra il Parco di Portofino e quello delle Cinque Terre. Da La Spezia le Cinque Terre, Parco Nazionale dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità in dal 1997, sono raggiungibili in pochi minuti

Il parco delle Cinque Terre
Il Parco Nazionale delle Cinque Terre, inserito nell'elenco del patrimonio mondiale, ambientale e culturale dell'Unesco, offre caratteristiche ambientali e culturali da salvaguardare e valorizzare: coste a strapiombo sul mare con baie e spiaggette, migliaia di chilometri di muretti a secco a segnare i terrazzi per la coltivazione della vite, i caratteristici rustici, i borghi medievali, i santuari, i sentieri panoramici sul mare e sui pendii. Se si aggiungono poi i pregiati vini liguri, il pescato fresco, la cucina e l'artigianato tradizionale, si coglie il valore di questi luoghi. Con il nome di Cinque Terre è designato quel tratto di costa dirupata che si estende per una lunghezza di circa quindici chilometri lungo il litorale dell’estrema Liguria orientale. Questo territorio è detto delle Cinque Terre dai luoghi marini di Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore, i quali si trovano quasi ad uguale distanza l’uno dall’altro affacciati sul mare aggrappati alla roccia annidati dentro strette e ripide valli. Nel corso di circa mille anni di storia, il lavoro continuo ed assiduo di molte generazioni ha sostituito il manto boschivo originario che copriva i fianchi scoscesi dei monti con la coltivazione della vite in terrazzamenti, resa possibile dalla frantumazione della roccia, dalla realizzazione di muri a secco e dalla creazione dell’humus coltivabile. Una lotta continua fra l’uomo e la natura. Dalla coltivazione di questa terra oggi derivano molti prodotti tipici biologici e i vini DOC Cinque Terre e lo Sciachetrà. Il parco comprende anche l'area marina protetta e il santuario dei cetacei nato nel 1999 in cui si stima la presenza di un migliaio di balene, 30-40.000 fra stenelle, tursiopi e delfini comuni; e ancora grampi, capodogli, zifi e globicefali, oltre a occasionali balenottere minori. Il Parco delle Cinque Terre non è solo sinonimo di mare; in tutto il territorio è presente una ben curata e segnalata ricca rete di sentieri escursionistici che consente di esplorare il parco a piedi e di godere di viste mozzafiato dei vigneti a picco sul mare. Le Cinque Terre sono facilmente raggiungibili in treno da Pontremoli o in nave da La Spezia

Il parco di Porto Venere
Il Parco Naturale Regionale di Porto Venere, comprensivo di un'Area di Tutela Marina, occupa l'area più pregiata dell'estremo Levante ligure, sviluppandosi su una superficie complessiva di circa 400 ettari. L'Ambiente Terrestre comprende il centro storico di Porto Venere, le isole Palmaria, Tino e Tinetto e il tratto di fascia costiera che si estende dal borgo fino alla Valle dell'Albana. L'Area di Tutela Marina si estende partendo dal canale di Porto Venere, lungo tutta la costa sud-occidentale dell'isola fino a comprendere il tratto di mare che circonda le isole del Tino e Tinetto. L'intera area è stat dichiarata nel 1997 Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO attraverso l'istituzione del Sito "Porto Venere Cinque Terre e Isole". Il borgo antico di Porto Venere è caratterizzato da case simili a torri costruite l’una a ridosso dell’altra, serrate a cingere un promontorio sovrastato da un imponente Castello, ed al limite estremo una Chiesa che pare erigersi in un millenario instabile equilibrio sulla roccia protesa verso il mare aperto. Porto Venere è facilmente raggiungibile sia in treno che via mare ed sono possibili escursioni in battello allascoperta delle sue tre isole.

Il parco di Portofino
Il Parco Naturale Regionale di Portofino è costituito dall’omonimo Promontorio, la principale sporgenza della Riviera Ligure, posto 30 Km a levante della città di Genova. Il Promontorio di Portofino, di forma trapezoidale e con una superficie di soli 18 Kmq, ha uno sviluppo costiero di ben 13 Km. Nel complesso il territorio del Parco si estende sui comuni di Recco, Camogli, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Zoagli, Chiavari. Il cuore del Promontorio del Monte di Portofino è raggiungibile esclusivamente percorrendo la fitta rete di sentieri che l'attraversa. Ben oltre 70 km di percorsi si snodano su una superficie di poco più di 1.000 ettari, consentendo di visitare le diverse località del parco. Partendo dalle principali porte d'ingresso (S.Rocco, Portofino Vetta, Nozarego, Portofino), raggiungibili con mezzi pubblici o con mezzi propri, si possono intraprendere diversi itinerari, di varia lunghezza e difficoltà, che attraversano i diversi ambienti del parco per raggiungere le località di Punta Chiappa, San Fruttuoso, Portofino, principali mete escursionistiche del parco. Sono costituiti, per la maggior parte, da antichi tracciati in selciato o terra battuta che servivano per raggiungere i luoghi del culto religioso (S.Fruttuoso, S.Nicolò, La Cervara), per collegare i vari nuclei abitati e per raggiungere i luoghi del lavoro rurale (gli oliveti, i boschi e le carbonaie, la macchia e i pascoli)

Il Golfo dei Poeti
Una costa di molti colori, suggestivi e unici. Villaggi con vista sul mare, verdi colline e acqua cristallina. Il Golfo dei Poeti è stato amato da poeti e scrittori come Shelley, Byron, Petrarca e Montale. Per loro questo Golfo possiede il nome di Golfo dei Poeti, che da Lerici va a Portovenere, abbracciando due promontori, spiagge, coste frastagliate, mare azzurro, antichi borghi e selvagge. Lerici, Tellaro, San Terenzo, Fezzano, Le Grazie, l'isola Palmaria, Tino e Tinetto. Questo territorio è talmente bello che diversi parchi e le aree protette sono state create per proteggere esso come il Parco di Portofino, il Parco di Portovenere e il Parco di Monte Marcello-Val di Magra. Al centro di questa grande baia è la città di La Spezia, dove ci sono due interessanti musei: il Museo Navale e il Museo Archeologico ospitato nel castello di San Giorgio.


The Park of Monte Marcello - Magra: between Liguria and Tuscany
A confine tra Liguria e Toscana, il Parco Montemarcello-Magra include un territorio di più di 4000 ettari, ricco di valenze naturali, storiche e culturali, attraversando i confini di ben 18 comuni: Ameglia, Arcola, Beverino, Bolano, Borghetto Vara, Brugnato, Calice al Cornoviglio, Carro, Carrodano, Follo, Lerici, Pignone, Riccò del Golfo, Rocchetta Vara, Santo Stefano Magra, Sarzana, Sesta Godano e Vezzano Ligure. Un parco speciale perché racchiude e valorizza ambienti marini e costieri con i borghi marinari di forte attrattiva e incantevoli spiagge, ambienti fluviali come quelli della Val di Magra con le sue zone umide ricche di biodiversità, ambienti collinari come quelle delle verdi colline della Val di Vara e del Promontorio del Caprione. L'ambiente fluviale della bassa Val di Magra, con i suoi ampi meandri e i laghetti creati dal lento e sinuoso percorso del fiume Magra, comprende zone umide uniche, importanti per la sosta e la nidificazione di molti uccelli migratori e stanziali. Il fiume Vara nasce nell’Appennino Ligure e scorre per circa 58 Km incuneandosi tra meandri rocciosi e allargandosi in brevi piane coltivate è un luogo incantevole e idoneo per praticare alcuni sport fluviali come canoa, rafting, torrentismo e hydrospeed.
Il Caprione è il sistema collinare che il Golfo di La Spezia dalla pianura alluvionale della Magra e presenta suggestivi luoghi come Punta Bianca, un spesso strato di bianco calcare, sul versante occidentale alte pareti rocciose a picco sul mare alternate a brevi spiagge come quella splendida e pluripremiata di Punta Corvo e i borghi marinari di Lerici e Tellaro, Ameglia e Montemarcello. Dal periodo primaverile sono in programma escursioni gratuite che permettono agli escursionisti di conoscere il territorio della Val di Magra, non solo sotto il punto di vista naturalistico e paesaggistico, ma anche storico culturale. Sono organizzate anche escursioni guidate in battello sul fiume Magra alla scoperta della storia, natura e gastronomia della vallata della Magra e del Vara.

LA COSTA TOSCANA
LA COSTA LIGURE
Cerchi una vacanza al mare?
Visita Il Piccolo Nido Casa Vacanze in Versilia, sulle prime colline del parco delle Alpi Apuane a solo 8 km dal mare versiliese e con uno stupendo panorama su mare e monti
Torna ai contenuti | Torna al menu